Retromarcia sull'Ires? Cinque ragioni per non fidarsi

Data28/12/2018
Il Governo continua a parlare a più voci, le smentite hanno toni molto diversi, non è dato sapere a chi va la responsabilità della "svista", non si conoscono le coperture per l'eventuale ripristino della tassazione al 12% e nessuno ha ancora preso contatto con le rappresentanze del Terzo settore. Risultato? Prima di abbassare la guardia occorre valutare il testo scritto del provvedimento correttivo. Le parole non bastano
Il Governo continua a parlare a più voci, le smentite hanno toni molto diversi, non è dato sapere a chi va la responsabilità della "svista", non si conoscono le coperture per l'eventuale ripristino della tassazione al 12% e nessuno ha ancora preso contatto con le rappresentanze del Terzo settore. Risultato? Prima di abbassare la guardia occorre valutare il testo scritto del provvedimento correttivo. Le parole non bastano
AUTORE: Stefano Arduini
FONTE: Vita